Escursioni in kayak

L’isola d’Elba con la sua costa rocciosa, ricca di calette variopinte e adornata da un mare cristallino è il luogo ideale per praticare il kayak da mare a tutti i livelli. Il kayak (canoa chiusa veloce e stabile, progettata dai popoli del nord per lunghi percorsi in mare) è la migliore imbarcazione per avvicinarsi in sicurezza a pochi centimetri dalla costa.

I nostri kayak sono progettati esclusivamente per l’uso marino, dotati di gavoni stagni per poter portare a bordo attrezzatura fotografica, abbigliamento, tende e sacchi a pelo in caso di escursioni lunghe. Navigando sotto costa intorno all’Elba, attraverseremo baie esclusive raggiungibili solo da mare, luoghi ideali dove poter osservare tipiche colonie di uccelli marini come i Marangoni dal ciuffo e i rarissimi Gabbiani corsi, esploreremo grotte e anfratti, immersi nella natura selvaggia e incontaminata del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano.

Tutte le escursioni sono guidate da esperte guide ambientali comprendono l’uso del kayak e della relativa attrezzatura. Se non avete pratica di kayak da mare, ma vi volete cimentare in una escursione con noi, non dovete assolutamente preoccuparvi perché è molto semplice e le nostre guide faranno a tutti un mini corso di kayak da mare che permetterà in pochi minuti di prendere padronanza del mezzo.

Escursione giornaliera in Kayak Isola d’Elba o Pianosa

Percorso n. 1: MARINA DI CAMPO – LACONA – MARINA DI CAMPO

Distanza: km 16

Durata: 5 h

Difficoltà: medio/facile.

Calendario 2018: giovedì e altre date su richiesta, minimo 4 persone.

Costo del servizio: Euro 50

La partenza è dalla spiaggia di Marina di Campo, ci portiamo sul lato sinistro del golfo caratterizzato da rocce granitiche e ortoclasio  si costeggia passando tra la costa e l’isolotto di Porto Caccamo. Il kayak ci permette il passaggio tra le rocce semi affioranti dandoci la possibilità di godere degli splendidi colori del mare. Proseguendo si raggiunge l’incantevole caletta di Ischia con due piccole spiaggette di ciottoli incastonate tra le rocce granitiche. Più avanti incontriamo la “Rota” dove una serie di piccole insenature scavate nella roccia nera invitano a fare la prima sosta per il bagno.

Attraversiamo ora il golfo di Fonza caratterizzato da un fondale sabbioso che rende il mare particolarmente turchino. Dopo suggestivi passaggi tra scogli affioranti costeggiamo due piccole spiagge raggiungibili solo da mare; n questa zona particolarmente ricca di pesce si incontrano molto spesso branchi di piccoli pesci che saltano sopra la superficie del mare per sfuggire ai loro predatori.

Doppiata Punta Le Mete e lasciandosi sulla destra lo scoglio della Triglia, raggiungiamo la buca dell’Acqua, grotta caratterizzata da una sorgente di acqua dolce, dove potremo entrare direttamente con i nostri kayak grazie alle loro dimensioni ridotte.

A poche centinaia di metri dalla grotta si trova la secca delle Coralline, un enorme colonna di granito che sprofonda a picco fino a 40 metri da qui si apre il golfo di Lacona, uno dei tre che caratterizzano la morfologia della costa sud dell’isola d’Elba. Costeggiamo scogliere a picco sul mare e piccole spiagge isolate, fino ad arrivare prima alla spiaggia di Laconella e poi a Lacona, dove sono presenti le ultime dune di sabbia dell’arcipelago toscano, da qui dopo una pausa e un bagno riprendiamo il mare per rientrare a Marina di Campo.

I percorsi sono indicativi e di massima, passibili di modifiche sulla base della valutazione del livello medio del gruppo, delle condizioni meteo e di ogni altra possibile valutazione della guida. L’escursione sarà preceduta da una breve lezione sui fondamentali del kayak da mare

 

Percorso n. 2: MARINA DI CAMPO – CAVOLI – MARINA DI CAMPO (Le grotte dell’Elba occidentale)

Distanza: km 16

Durata: 5 h

Difficoltà: medio/facile

Calendario 2018: sabato e altre date su richiesta, minimo 4 persone.

Costo del servizio: Euro 50

Si parte dalla spiaggia di Marina di Campo facendo rotta verso sud-ovest in direzione del golfo di Galenzana, dove oltre a due piccole spiagge si trova il “bagnolo”, secca di sassi che durante la bassa marea fuoriesce completamente dal mare.

Lasciata Galenzana incontriamo prima la piccola grotta del Bue marino e poi la grotta del Vescovo, un tunnel a gomito che potremmo attraversare con i nostri kayak.

Dopo poche centinaia di metri raggiungiamo Capo Poro, estremità più meridionale del golfo di Marina di Campo,da qui la costa rocciosa lascia il posto ad una serie di spiaggette di ciottoli grigi che invitano ad una sosta per il bagno da cui si possono ammirare le isole di Pianosa e Montecristo.

Dopo la pausa raggiungiamo la spiaggia di Colle Palombaia, raggiungibile da mare o da terra con più di 200 gradini, da qui inizia un tratto di costa caratterizzato da un colore bianco panna, tipico del granito Elbano, e poco dopo incontriamo la grotta Azzurra, una delle più grandi e spettacolari dell’Elba. Poco più avanti raggiungiamo la baia di Cavoli, l’acqua è del turchese più intenso, grazie alla sabbia a grana grossa frutto dell’erosione del granito, da qui dopo una pausa e un bagno riprendiamo il mare per rientrare a Marina di Campo.

I percorsi sono indicativi e di massima, passibili di modifiche sulla base della valutazione del livello medio del gruppo, delle condizioni meteo e di ogni altra possibile valutazione della guida. L’escursione sarà preceduta da una breve lezione sui fondamentali del kayak da mare

 

Percorso n. 3: CALA GIOVANNA – PORTO ROMANO – CALA GIOVANNA

Distanza: Km 13

Durata: 4 h

Difficoltà: Media

Costo del servizio:  Euro 50 a persona, minimo 4 persone (escluso biglietto della motonave)

Date su richiesta: partenza da Marina di Campo, Isola d’Elba.

Il noleggio del kayak e la relativa attrezzatura sono inclusi nel prezzo.

Sbarchiamo a Pianosa dopo 45 minuti di navigazione da Marina di Campo nei pressi del porticciolo, abbandonato e decadente come la maggior parte delle architetture Pianosine, che svela subito al visitatore l’anima surreale e misteriosa dell’Isola. Raggiungiamo a piedi la bellissima spiaggia di Cala Giovanna, punto di partenza e di arrivo dell’escursione. Si ammarano i kayak ed iniziamo a pagaiare sulle fantastiche trasparenze delle acque di Cala Giovanna in direzione Nord, risalendo la costa orientale incontriamo i resti della Villa Romana di Agrippa Postumo, con le annesse peschiere; alle spalle il “muro Dalla Chiesa”, inquietante testimonianza del carcere di massima sicurezza. Navighiamo su un fondale roccioso ricco di vita, fiancheggiando la costa bassa e chiara, con alle spalle una verde gariga in cui dominano il ginepro fenicio ed il lentisco. Dopo circa quaranta minuti dalla partenza raggiungiamo uno dei punti più spettacolari, lo Scoglio della Lancia e cala Brisighelli, il fondale formato da una sottilissima sabbia bianca che esalta le trasparenze, il colore dell’acqua è celeste intenso e luminoso tanto da sembrare surreale. Doppiata la Cala Brisighelli pagaiamo brevemente per raggiungere un altro punto particolarmente suggestivo, il Grottone, da qui iniziamo a percorrere il lato Nord di Pianosa superiamo Punta Maestra, sovrastata da una torretta di avvistamento dell’ex carcere, ammiriamo alla nostra sinistra uno spettacolare arco naturale di roccia, circondato da grotte e frane, che caratterizzano questo tratto di costa. Doppiamo la punta del Marchese, il punto più a nord dell’isola ed entriamo nella spettacolare baia del Porto Romano, denominata cosi per la presenza in epoca romana di un punto di attracco alternativo in caso di mal tempo, da qui rientriamo alla spiaggia di Cala Giovanna (unica zona di Pianosa dove è consentita la balneazione) dove potremmo fare un bellissimo bagno.

 

 

Richiedi informazioni

Kayak 2 ore Isola d’Elba o Pianosa

Percorso n. 1: ENFOLA – SANSONE – ENFOLA

Distanza: Km 5

Durata: circa 2 h

Difficoltà: facile

Calendario 2018: Lunedi- mercoledì- venerdì.

Orari 9:00 – 15:00

Costo del servizio:  Euro 25

La partenza è dalla spiaggia nord della località dell’Enfola, che nel passato ha ospitato la più importante tonnara presente sul territorio. La costa è molto frastagliata, grazie alle ridotte dimensioni e al basso pescaggio dei nostri kayak, possiamo navigare tra gli scogli e godere delle suggestive trasparenze. Arriviamo all’Arco degli Argonauti, un tunnel naturale che permette il passaggio all’interno della roccia e ci apre la visuale alle bellissime scogliere bianche di Aplite. Il colore del mare e tra i più chiari di tutta l’isola d’Elba, la trasparenza dell’acqua permette di osservare branchi di piccoli pesci, a volte sembra di essere sospesi nel vuoto. La prima spiaggia che incontriamo è la spiaggia di Sansone, una striscia di ciottoli bianchi ed una parete verticale mozzafiato, poi l’Acquavivetta, l’Acquaviva ed i Prunini. Sono frequenti gli avvistamenti di Gabbiani Reali e Marangoni dal Ciuffo, che soprattutto durante il periodo primaverile affollano le scogliere utilizzate per la nidificazione.  Dopo una breve pausa per un bagno riprendiamo il mare e facciamo rientro al punto di partenza.

I percorsi sono indicativi e di massima, passibili di modifiche sulla base della valutazione del livello medio del gruppo, delle condizioni meteo e di ogni altra possibile valutazione della guida. L’escursione sarà preceduta da una breve lezione sui fondamentali del kayak da mare

 

Percorso n. 2:  FETOVAIA – LE TOMBRE – FETOVAIA

Distanza: Km 5

Durata: circa 2 h

Difficoltà: facile

Calendario 2018: tutti i sabati dal 19/05 al 30/06 e dal 01/09 al 22/09.

Orari 9:00

Costo del servizio: euro 25

La partenza è dalla spiaggia di Fetovaia dalla quale prende il nome anche la profonda insenatura dalle limpide acque cristalline.  Il lato ad est della baia è caratterizzato da una scogliera chiara di granito, quella ad ovest da roccia scura metamorfica, il colore del mare si alterna dal verde smeraldo al turchese. Dalla punta di Fetovaia il panorama spazia su tutta la costa sud dell’isola d’Elba, a largo scorgiamo l’isola di Montecristo, Pianosa, fino alla Corsica che nella tarda primavera conserva ancora i rilievi principali imbiancati dalla neve. Navighiamo sottocosta tra anfratti e scogli affioranti, il tratto di costa è molto selvaggio a volte con un po’ di fortuna si riesce ad avvistare il raro gabbiano Corso.  Arriviamo nella zona della spiaggia delle Tombe, dove una serie di piccole spiagge si sussegue caratterizzate dalla roccia scura che si “infuoca” nelle giornate più calde. Dopo un bagno rinfrescante, ripartiamo per rientrare al punto di partenza.

I percorsi sono indicativi e di massima, passibili di modifiche sulla base della valutazione del livello medio del gruppo, delle condizioni meteo e di ogni altra possibile valutazione della guida. L’escursione sarà preceduta da una breve lezione sui fondamentali del kayak da mare

 

Percorso n. 3: MARINA DI CAMPO – FONZA – MARINA DI CAMPO

Distanza: km 4

Durata: 2 h

Difficoltà: Facile

Calendario 2018: martedì e domenica.

Orari 9:00 – 15:00

Costo del servizio: Euro 25

La partenza è dalla spiaggia di Marina di Campo. Ci portiamo sul lato sinistro del golfo caratterizzato dall’alternanza di rocce granitiche e rocce sedimentarie, oltrepassiamo la zona denominata “la libreria” e navigando tra scogli e anfratti arriviamo all’isolotto di Porto Caccamo. Il kayak da mare ci permette il passaggio tra le rocce semi affioranti dandoci la possibilità di osservare il basso fondale caratterizzato dalla prateria di posidonia. Proseguendo si raggiunge l’incantevole caletta di Ischia con due piccole spiaggette di ciottoli incastonate tra le rocce granitiche. Più avanti incontriamo la “Rota” dove una serie di piccole insenature scavate nella roccia nera invitano a fare la prima sosta per il bagno. La costa rocciosa qui è molto scura e l’acqua si colora di verde smeraldo, pagaiando ancora un po’ arriveremo alla spiaggia di Fonza dove faremo una pausa bagno, per poi rientrare al punto di partenza.

 

Percorso n. 4: CALA GIOVANNA – IL GROTTONE – CALA GIOVANNA

Distanza: Km 6

Durata: circa 2 h 50 m

Difficoltà: facile

Costo del servizio:  Euro 25 a persona  (escluso biglietto della motonave)

Date su richiesta: partenza da Marina di Campo, Isola d’Elba.

Il noleggio del kayak e la relativa attrezzatura sono inclusi nel prezzo.

Sbarchiamo a Pianosa dopo 45 minuti di navigazione da Marina di Campo nei pressi del porticciolo, abbandonato e decadente come la maggior parte delle architetture Pianosine, che svela subito al visitatore l’anima surreale e misteriosa dell’Isola. Raggiungiamo a piedi la bellissima spiaggia di Cala Giovanna, punto di partenza e di arrivo dell’escursione. Si ammarano i kayak ed iniziamo a pagaiare sulle fantastiche trasparenze delle acque di Cala Giovanna in direzione Nord, risalendo la costa orientale incontriamo i resti della Villa Romana di Agrippa Postumo, con le annesse peschiere; alle spalle il “muro Dalla Chiesa”, inquietante testimonianza del carcere di massima sicurezza. Navighiamo su un fondale roccioso ricco di vita, fiancheggiando la costa bassa e chiara, con alle spalle una verde gariga in cui dominano il ginepro fenicio ed il lentisco. Dopo circa quaranta minuti dalla partenza raggiungiamo uno dei punti più spettacolari, lo Scoglio della Lancia e cala Brisighelli, il fondale formato da una sottilissima sabbia bianca che esalta le trasparenze, il colore dell’acqua è celeste intenso e luminoso tanto da sembrare surreale. Doppiata la Cala Brisighelli pagaiamo brevemente per raggiungere un altro punto particolarmente suggestivo, il Grottone; da qui rientriamo alla spiaggia di Cala Giovanna (unica zona di Pianosa dove è consentita la balneazione) dove potremmo fare un bellissimo bagno.

I percorsi sono indicativi e di massima, passibili di modifiche sulla base della valutazione del livello medio del gruppo, delle condizioni meteo e di ogni altra possibile valutazione della guida. L’escursione sarà preceduta da una breve lezione sui fondamentali del kayak da mare

Richiedi informazioni

Week-end in Kayak da mare all’Isola d’Elba

Il week-end in kayak da mare è una vacanza sport-avventura per chi non ha un’intera settimana disponibile per fare il giro completo dell’isola, un viaggio in mare accompagnati da un’esperta guida che vi farà conoscere le meravigliose coste dell’isola d’Elba.

L’Elba con i suoi 147 km di costa eccezionalmente varia, ricca di scogliere e stupende calette è il luogo ideale per il Kayak da mare. Pagaiando intorno all’Elba, raggiungeremo anfratti esclusivi sfruttando la maneggevolezza e il basso pescaggio dei kayak e saremo liberi di fermarsi ovunque per nuotare nelle limpide acque ricche di specie marine come Tursiopi, tartarughe marine, tonni, praterie di posidonia oceanica, i rarissimi gabbiani corsi, ecc.

Caratteristiche fondamentali per partecipare al giro dell’Isola d’Elba in kayak sono avere spirito di gruppo e capacità di adattamento, rispetto per la natura e amore per il mare, senza nessuna particolare preparazione atletica.

Calendario 2018:

  • 22/25 aprile
  • 02/05 giugno
  • 28 giugno/ 01 luglio
  • 12/15 luglio
  • 26/29 luglio
  • 30 agosto/02 settembre
  • 13/16 settembre
  • 04/07 ottobre

altre date su richiesta (min. 4 persone)

Tariffa: € 300 a persona

Il pacchetto comprende: 2 giornate di escursioni guidate in kayak, 2 pernottamenti in campeggio + 1 bivacco, Kayak e attrezzatura, traghetto passeggero A/R, tutti i trasferimenti all’interno dell’isola, assicurazione, assistenza tecnica durante le escursioni.

Il pacchetto non comprende: il viaggio dal luogo di partenza da e per Piombino, eventuale passaggio auto a/r sui traghetti, tutti i pasti, extra e tutto quanto non specificato alla voce “Il pacchetto comprende”.

Programma:

  • Giovedì: Arrivo a Portoferraio con traghetto, trasferimento a Marina di Campo, sistemazione e pernottamento in campeggio.
  • Venerdì: 1° tappa Sant’Andrea – Le Tombe – km 14 – km totali 14 – pernottamento in bivacco.
  • Sabato: 2° tappa Le Tombe – Marina di Campo – km 16 – km totali 30 – pernottamento in campeggio
  • Domenica: trasferimento a Portoferraio e partenza.

Cosa forniamo: il kayak da mare e la relativa attrezzatura (paraspruzzi, salvagente, pagaia), 2 sacche stagne, la tenda (1 tenda ogni 2 partecipanti).

Cosa portare: il minimo indispensabile, ad ogni partecipante verranno fornite 2 sacche stagne da 18 litri nelle quali andrà alloggiato l’intero bagaglio. Una torcia, un paio di scarpe da scoglio o calzari da sub o sandali, creme solari ad alta protezione, cappello o bandana, occhiali da sole, costume e un paio magliette, una felpa o kway e un pantalone lungo per la sera, il minimo indispensabile per l’igiene personale, stoviglie personali (piatto, forchetta, coltello e bicchiere). Il sacco a pelo è importante che non sia voluminoso, un sacco estivo leggero va benissimo. Per evitare problemi di vesciche alle mani vanno bene i guanti da ciclista. Per motivi di spazi e conservazione il cibo verrà acquistato giorno per giorno durante le pause nei luoghi attrezzati.

Richiedi informazioni

Giro dell’isola d’Elba in Kayak da mare in 7 tappe

Il giro in kayak dell’Isola d’Elba è una vacanza sport-avventura, un’esperienza in mare con una esperta guida che vi farà scoprire le meraviglie della costa elbana compiendo il giro completo dell’isola.

L’Elba con i suoi 147 km di costa eccezionalmente varia, ricca di scogliere e stupende calette è il luogo ideale per il Kayak da mare. Pagaiando intorno all’Elba, raggiungeremo anfratti esclusivi sfruttando la maneggevolezza e il basso pescaggio dei kayak e saremo liberi di fermarsi ovunque per nuotare nelle limpide acque ricche di specie marine come Tursiopi, tartarughe marine, tonni, praterie di posidonia oceanica, i rarissimi gabbiani corsi, ecc.

Caratteristiche fondamentali per partecipare al giro dell’Isola d’Elba in kayak sono avere spirito di gruppo e capacità di adattamento, rispetto per la natura e amore per il mare, senza nessuna particolare preparazione atletica.

Calendario 2018:

  • 23 giugno/01 luglio
  • 07/15 luglio
  • 21/29 luglio
  • 11/19 agosto
  • 25 agosto/02 settembre
  • 08/16 settembre
  • 29 settembre/07 ottobre

altre date su richiesta (min. 4 pax)

Tariffa: € 550 a persona (€ 650 per il giro isola di ferragosto)

Il pacchetto comprende: 7 giornate di escursioni guidate in kayak, 2 pernottamenti in campeggio + 6 bivacchi, Kayak e attrezzatura, traghetto passeggero A/R, tutti i trasferimenti all’interno dell’isola, assicurazione, assistenza tecnica durante le escursioni.

Il pacchetto non comprende: il viaggio dal luogo di partenza da e per Piombino, eventuale passaggio auto a/r sui traghetti, tutti i pasti, extra e tutto quanto non specificato alla voce “Il pacchetto comprende”.

Possibilità di organizzare il giro isola con pernottamento in hotel o appartamento su richiesta.

Programma:

  • Sabato: arrivo a Portoferraio con traghetto, trasferimento a Marina di Campo, sistemazione e pernottamento in campeggio.
  • Domenica: 1° tappa Marina di Campo – Acquarilli – km 20 – km totali 20 – pernottamento in bivacco.
  • Lunedì: 2° tappa Aquarilli – Terranera – km 25 – km totali 45 – pernottamento in bivacco.
  • Martedì: 3° tappa Terranera – Mangani – km 25 – km totali 70 – pernottamento in bivacco.
  • Mercoledì: 4° tappa Mangani – Lamaia – Km 25 – km totali 95 – pernottamento in bivacco.
  • Giovedì: 5° tappa Lamaia – Sant’Andrea – km 20 – km totali 115 – pernottamento in bivacco.
  • Venerdì : 6° tappa Sant’Andrea – Le Tombe – km 14 – km totali 129 – pernottamento in bivacco.
  • Sabato: 7° tappa Le Tombe – Marina di Campo – km 16 – km totali 145 – pernottamento in campeggio a Marina di Campo.
  • Domenica: trasferimento a Portoferraio e partenza.

Cosa forniamo: kayak da mare e la relativa attrezzatura (paraspruzzi, salvagente, pagaia), 2 sacche stagne, la tenda (1 tenda ogni 2 partecipanti).

Cosa portare: il minimo indispensabile, ad ogni partecipante verranno fornite 2 sacche stagne da 18 litri nelle quali andrà alloggiato l’intero bagaglio. Una torcia, un paio di scarpe da scoglio o calzari da sub o sandali, creme solari ad alta protezione, cappello o bandana, occhiali da sole, costume e un paio magliette, una felpa o kway e un pantalone lungo per la sera, il minimo indispensabile per l’igiene personale, stoviglie personali (piatto, forchetta, coltello e bicchiere). Il sacco a pelo è importante che non sia voluminoso, un sacco estivo leggero va benissimo. Per evitare problemi di vesciche alle mani vanno bene i guanti da ciclista. Per motivi di spazi e conservazione, il cibo verrà acquistato giorno per giorno durante le pause nei luoghi attrezzati.

Richiedi informazioni

RICHIEDI INFORMAZIONI SULLE ESCURSIONI

Escursione*
Date*
Ho letto i termini e condizioni della privacy policy e acconsento al trattamento dei dati Privacy Policy

* Campi richiesti