Mountain Bike

Mountain Bike Escursione Giornaliera Isola d’Elba

ELBA CENTRALE

Durata 6 ore
Difficoltà media
Distanza 35 km
Interesse naturalistico
Costo del servizio € 200

La partenza della nostra escursione è dal lungomare di Marina di Campo, piccolo borgo marinaro che deve il suo successo alla splendida spiaggia di sabbia, attraversiamo la vecchia pineta costiera percorrendo la pista ciclabile e subito dopo imbocchiamo un sentiero in pianura circondato dai canneti che fiancheggia il fosso della Foce. Il sentiero ci riporta su una strada asfaltata, e dopo qualche chilometro svoltiamo e iniziamo a salire la Valle di Literno percorrendo una vecchia strada militare sterrata che ci porta fino al poggio di San Martino. Lasciamo la strada militare principale e proseguiamo su sentiero in direzione di monte Pericoli, da qui con un suggestivo sentiero in discesa immerso nel bosco di lecci, raggiungiamo la spiaggia di Procchio.

Percorriamo brevemente un tratto asfaltato e subito dopo iniziamo a salire uno sterrato panoramico in direzione delle Solane, la strada con un buon fondo taglia a mezza costa la collina e immersi nella macchia mediterranea giungiamo nei pressi di Sant’Ilario dove imbocchiamo a destra una ripida salita che ci porta ai 630 metri del monte Perone. Una volta raggiunta la vetta si inizia a scendere in direzione di San Piero in Campo dalla strada asfaltata fino a raggiungere la sorgente del Castagnone, ci immettiamo in un sentiero in discesa sotto un bel bosco di lecci e pini, che ci porta fino alle Piane al Canale un altopiano a 500 metri. Da qui un bellissimo sentiero panoramico ci porta fino a San Piero e attraversato lo storico paese continuiamo a scendere su un viottolo ripido e tecnico che ci riconduce a Marina di Campo.

Richiedi informazioni

Mountain Bike 4 giorni esplorando l’Elba e Pianosa (cicloturistico asfalto e sterrato)

Costo del servizio: € 530,00 per persona. Minimo 4 persone.
Incluso nel pacchetto: 5 notti in hotel, 4 giornate di escursione con guida, traghetto a/r da Piombino.

Possibilità di prenotare la sola escursione giornaliera al costo di € 200,00.

Possibilità di noleggio bici al costo di € 12,00.

 

1° giorno: Capoliveri – Monte Calamita

Durata 5 ore
Difficoltà medio/facile
Distanza 32 km
Interesse naturalistico – storico – culturale

Partenza dal paese di Capoliveri sulle pendici del monte Calamita, il percorso sarà quasi interamente su strade sterrate e sentieri che ci danno meravigliosi scorci panoramici sull’isola di Montecristo, Giglio, Pianosa e Corsica, in gran parte all’interno dei vecchi cantieri minerari, dove fino al 1981 erano attive le miniere di ferro più importanti d’Italia e d’Europa. La vegetazione è prevalentemente a macchia bassa con alcune eccezioni di zone a pineta frutto di rimboschimenti. Durante il percorso ci sarà la possibilità di visita alla miniera del Ginevro (galleria) e museo della vecchia officina, al rientro in paese visita al Centro storico di Capoliveri.

2° giorno: Marina di Campo – monte Perone – Marciana

 

Durata 7 ore
Difficoltà media/difficile
Distanza 35 km
Interesse naturalistico – storico

Percorso in parte su strada asfaltata poco trafficata e in parte su sentieri. Partendo da Marina di Campo attraversiamo quasi interamente la zona in pianura e grazie ad una strada sterrata raggiungiamo il piccolo centro abitato di Sant’Ilario, poi il Monte Perone (550m.), e in seguito su strada asfaltata arriveremo nei borghi medievali di Poggio e Marciana. Seguendo una vecchia pista forestale nella macchia mediterranea raggiungiamo il romitorio di San Cerbone, poi di nuovo il monte Perone, e proseguendo in discesa, il paese di San Piero dove avremo una bellissima vista panoramica su tutto il golfo di Marina di Campo. Qui ci sarà la possibilità di visita al museo mineralogico MUM con esposizioni sulle tormaline (Elbaite) scoperte per la prima volta al mondo all’isola d’Elba. In pochi minuti con un agevole discesa su asfalto rientreremo a Marina di Campo.

 

3° giorno: Marina di Campo –  Buraccio – Porto Azzurro

 

Durata 6 ore
Difficoltà media
Distanza 40 km
Interesse naturalistico – storico

Si parte da Marina di Campo e dopo 3 km di strada pianeggiante iniziamo a salire la Valle del Literno percorrendo una vecchia strada militare sterrata.

Arrivati nei pressi del poggio di San Martino lasciamo la strada principale per immetterci in un single trek tecnico che ci porta sul crinale della dorsale centrale Elbana. Uno spettacolare percorso tracciato all’interno di una cessa tagliafuoco ci porta fino al poggio del molino a vento con il mare a vista sui due lati del sentiero.

Ritornati sulla strada bianca di facile percorrenza, raggiungiamo Colle Reciso e proseguiamo sulle pendici di Monte Orello su panoramici sentieri intervallati da tratti all’interno della pineta, da qui in discesa arriviamo in località casa Marchetti, quindi risaliamo la valle del Buraccio fino a raggiungere Monte Castello da dove si gode uno dei panorami più belli dell’Elba.

Sempre su strada sterrata scendiamo tra i vigneti verso il paese di Porto Azzurro, e riprendiamo la trada asfaltata in direzione di Capo Stella per poi risalire lo sterrato che dalla spiaggia di Laconella ci porterà ai 300 metri del Monte Tambone, per poi scendere nuovamente a Marina di Campo percorrendo una discesa sempre in vista mare.

4° giorno: Isola di Pianosa

 

Durata 4 ore
Difficoltà facile
Distanza 25 km
Interesse naturalistico – storico – culturale

Imbarco in motonave da Marina di Campo e dopo circa 45 minuti di navigazione arrivo sull’isola di Pianosa. Il percorso è interamente all’interno dell’ex colonia penale agricola e carcere di massima sicurezza attivo per 150 anni fino al 1997. Tutti i sentieri sono di facile percorrenza, su strade sterrate che collegavano le varie diramazioni carcerarie, con affacci su baie incontaminate ricche di fauna marina. L’isola, con la chiusura del carcere, è stata inserita all’interno dei confini del parco nazionale dell’arcipelago Toscano, il parco marino più grande d’Europa. Rientrati al punto di partenza, visita al paese disabitato e possibilità di bagno alla bellissima cala Giovanna. Imbarco e rientro a Marina di Campo.

 

L’Elba centrale (giornaliera)

 

Durata 6 ore
Difficoltà media
Distanza 35 km
Interesse naturalistico

 

La partenza della nostra escursione è dal lungomare di Marina di Campo, piccolo borgo marinaro che deve il suo successo alla splendida spiaggia di sabbia, attraversiamo la vecchia pineta costiera percorrendo la pista ciclabile e subito dopo imbocchiamo un sentiero in pianura circondato dai canneti che fiancheggia il fosso della Foce. Il sentiero ci riporta su una strada asfaltata, e dopo qualche chilometro svoltiamo e iniziamo a salire la Valle di Literno percorrendo una vecchia strada militare sterrata che ci porta fino al poggio di San Martino. Lasciamo la strada militare principale e proseguiamo su sentiero in direzione di monte Pericoli, da qui con un suggestivo sentiero in discesa immerso nel bosco di lecci, raggiungiamo la spiaggia di Procchio.

Percorriamo brevemente un tratto asfaltato e subito dopo iniziamo a salire uno sterrato panoramico in direzione delle Solane, la strada con un buon fondo taglia a mezza costa la collina e immersi nella macchia mediterranea giungiamo nei pressi di Sant’Ilario dove imbocchiamo a destra una ripida salita che ci porta ai 630 metri del monte Perone. Una volta raggiunta la vetta si inizia a scendere in direzione di San Piero in Campo dalla strada asfaltata fino a raggiungere la sorgente del Castagnone, ci immettiamo in un sentiero in discesa sotto un bel bosco di lecci e pini, che ci porta fino alle Piane al Canale un altopiano a 500 metri. Da qui un bellissimo sentiero panoramico ci porta fino a San Piero e attraversato lo storico paese continuiamo a scendere su un viottolo ripido e tecnico che ci riconduce a Marina di Campo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Richiedi informazioni

RICHIEDI INFORMAZIONI SULLE ESCURSIONI

Escursione*
Date*
Ho letto i termini e condizioni della privacy policy e acconsento al trattamento dei dati Privacy Policy

* Campi richiesti